Enseñando español desde 1989

I miei colleghi mi prendono in giro: sull’aliante, scinto i pezzi di carta con alcuni volti e lettere terribili. Non è mai successo prima. Che tipo di stranezza è questa?

Vasily, 22

Una storia interessante è una storia: sei completamente inaspettatamente e senza il minimo motivo hai iniziato a disegnare agli incontri del viso distorti dalla rabbia. Volti, lettere gotiche, mostri – e sono tutti cattivi. E la tua domanda non riguarda le foto, ma su «cosa c’è da me».

Cominciamo con ciò che è molto meglio e più sicuro quando qualcosa «striscia» in una forma simbolica che quando vive dentro di noi o viene letteralmente realizzato. Forse questi volti malvagi sono chiamati per presentarti un lato del tuo mondo interiore, rimanendo ancora all’ombra.

È molto importante che questi disegni non appaiano segretamente, ma pubblicamente: come se stessi involontariamente informando i colleghi – e nella loro persona al mondo – che la tua percezione della vita è più profonda e drammatica di quanto sembra. Lavori in una casa editrice e la tua carriera è appena iniziata.

Sembra che vaditamente ti sia sentito abbastanza sicuro e abbastanza liberamente da «mostrare i tuoi denti» in alcuni punti-quelli che «sporgono in tutte le direzioni, nelle stesse parole», nelle tue stesse parole «,. Ci sono molte cose diverse sull’aliante: qualcosa potrebbe

https://virtualassistantrevolution.com/bacio-alla-francese-come-baciare-correttamente/

non piacere, infastidire o addirittura infuriare.

Mi sembra che la domanda sia come impari a mostrare carattere, esprimere e difendere i tuoi giudizi, obiettato. Immaginiamo che sullo stesso aliante che hai eseguito e vinto la controversia sui meriti.

Qualcosa mi dice che non vorrai trarre nascite terribili: la tensione interna è stata «dimessa» in affari reali. Nel frattempo, ti adatti al tuo ambiente di lavoro, i tuoi terribili disegni ricordano a voi e ai colleghi che questo momento non è più dietro l’angolo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *